Stereofoto realizzate con un software che permette di passare da un immagine bidimensionale al 3D mediante la visione con gli occhi incrociati.


Ad una distanza di circa  50 cm dal monitor, incrociate gli occhi e sovrapponete le due immagini fino ad ottenerne una terza centrale che č la somma delle due.
Il cervello appena visionata la terza immagine compenserā ed in "automatico" (quindi senza ulteriore sforzo) manterrā la persistenza dell'immagine.
Il software utilizzato permette, mediante un sistema di maschere e livelli, di ottenere uno pseudo 3D.
mail
;
Queste pagine saranno dedicate al 3D, non solo alla grafica ma anche alla fotografia tridimensionale....per ora  i lavori sono "in corso"
3D
thirdplanet.it
Last update 21/09/2009